Come faccio a contare?

Everything you need

Lavish Pro Themes provides you everything that you need on a WordPress theme, extensive customize options for user-oriented easy use, flat and modern design to capture viewers attention, plenty color options to full fill the choice of yours and many more.

Ti consigliamo, a partire dalla 28° settimana, di dedicare un po’ di tempo ogni giorno a te e al tuo bambino, concentrando l’attenzione sui movimenti del tuo bambino.

Ricorda: i bambini non si muovono continuamente, neanche quando sono in perfetta salute.

Tutti i bambini saranno silenziosi per brevi intervalli di tempo ogni giorno.

I bambini durante la gravidanza hanno cicli di sonno-veglia del tutto simili a quelli di un neonato. Per comprendere i movimenti fetali, immagina un bambino di circa 2 anni che gioca e corre per un po’, poi regolarmente fa delle pause per riposare; questo è un comportamento normale per un bambino di quell’età. Tuttavia, se quel bambino continuasse a riposare a lungo, in un orario in cui per lui è insolito dormire, sospetteresti che non si senta bene.

Allo stesso modo, se durante la gravidanza il tuo bambino è quieto in un momento della giornata in cui abitualmente è attivo, questo potrebbe essere la spia di un problema.

E’ importante prestare attenzione, quindi, se si nota un’evidente e prolungata riduzione dell’abituale attività quotidiana del bambino.  Se hai dubbi su cosa si intenda per “normale” o “poca attività”, tieni presente che, durante i suoi periodi di attività, capita molto raramente che un bambino in salute si muova meno di 10 volte in due ore.

Concentrarsi per sentire i movimenti ogni giorno è una buona abitudine, specialmente nel terzo trimestre (dopo la 28° settimana).

Probabilmente noterai che i movimenti variano di giorno in giorno, ma anche che, per la maggior parte, il pattern di movimenti rimane simile.

Questo continuerà a verificarsi se il bambino sta bene, anche se la percezione dei movimenti cambia durante la gravidanza. La cosa più’ importante a cui prestare attenzione è se si verifica una riduzione forte e prolungata della normale attività del tuo bambino.

Per stabilire i pattern di attività abituali per il tuo bambino, puoi provare a contare i suoi movimenti. Scegli un momento della giornata in cui hai del tempo libero e in cui sai che il tuo bambino è di solito attivo – preferibilmente al mattino prima di alzarti.

Il modo migliore per contare è rilassarti, da sdraiata o seduta, e concentrarti sul percepire i movimenti.

Inizia dal primo calcio (così sai che il tuo bambino è sveglio).

Conta tutti i movimenti, tranne i singhiozzi.

Movimenti ripetuti nello stesso momento vengono contati come un movimento singolo.

Prendi nota di quanto tempo il tuo bambino impiega a produrre 10 movimenti.

Se noti che il bambino sta progressivamente calciando meno da giorni o settimane, consulta l’ostetrica o il ginecologo.

 Come faccio a contare?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *